La Tradotta: Montebelluna-Nervesa

La vecchia ferrovia a Montebelluna a Nervesa della Battaglia ai piedi del Montello in provincia di Treviso

La partenza nei pressi di Nervesa Della Battaglia

Difficoltà : Facile

Durata : 2 Ore

Lunghezza: 17 km

Partenza: Via Gazie, 59, 31044 Montebelluna (TV) nei pressi del Bio Parco Noé

Arrivo: Via Madonnetta, 2, 31040 Nervesa della battaglia (TV) nei pressi de La Trattoria La Rotonda.

Il percorso,può essere fatto sia da Montebelluna che da Nervesa in base alla zona da cui si decide di partire.

Dove Parcheggiare: Se si parte dalla zona di Montebelluna, nei pressi del Bio Parco Noè; mentre se si parte dalla zona di Nervesa nei pressi della La Trattoria La Rotonda, non ci sono dei veri e proprio parcheggi per disabili, però sono presenti degli ampi spazi dove parcheggiare senza problemi.

Volete un percorso semplice alla portata di tutti, da fare in qualsiasi stagione, (sia con sedia a rotelle manuale, che sedia a rotelle con ruotino elettrico) ai piedi del Montello a pochi passi dal centro di Montebelluna, allora andiamo a scoprirlo nelle prossime righe.

Questo facile percorso è stato ricavato sulla sede della vecchia ferrovia che da Susegana arrivava a Montebelluna e trasportava nel periodo della Grande Guerra i soldati al fronte. Il percorso di snoda su 17 km su fondo battuto, ai piedi del Montello.

Il percorso è stato inaugurato nel giugno 2020 e completato in tutta la lunghezza ad ottobre dello stesso anno.E' interamente sterrato con fondo molto battuto e offre ottime condizioni per muoversi in sicurezza con la carrozzina accoppiata al ruotino elettrico (ottimo anche per i più sportivi che vogliono usare le braccia come propulsione,spingendo la carrozzina). L'intero percorso è su sede propria e non possono circolare mezzi a motore, l'unico incoveniente (se lo vogliamo chiamare tale) sono le molte intersezioni con le strade locali e questo obbliga ad un rallentamento per passare attraverso le barriere metalliche messe per la sicurezza di chi percorre la Tradotta; però sono sufficientemente larghe per passare con la carrozzina, anche le più larghe.

Una volta scelto il punto di partenza in base alle proprie preferenze (Montebelluna o Nervesa della Battaglia, vedi all'inizio dell'articolo i dettagli con gli indirizzi di partenza), non vi resta che partire e seguire la vecchia ferrovia, immersa nella campagna veneta, con sullo sfondo i Colli Asolani da un lato e dall'altro il montello, attenzione solo nelle giornate molto calde estive, visto che al momento ci sono pochi tratti ombreggiati, sono stati piantati molti alberi per proteggere dal sole, ma al momento sono ancora in crescita e quindi l'effetto di riparo dalla calura estiva è ancora poco.

Accessibilità: Lungo il percorso le ruote scorrono senza problemi e nessun tipo d'intoppo per quanto riguarda barriere architettoniche per le carrozzine, sia manuali che elettriche o accoppiate a ruotini elettrici. Attenzione solo alle giornate, in cui ha piovuto molto, poichè la ghiaia diventa un po fangosa. Da segnalare solo una leggera pendenza all'inizio dell'ingresso numero 3 da Via Gazie a Montebelluna, ma niente che non permetta la salita in sedia a rotelle.

Punto di ristoro: Lungo il percorso non ci sono ancora molti punti di ristoro visto che il percorso è stato aperto da poco, però assolutamente consigliato per una tappa il https://ippobicigrill.it/ di recente apertura, nei pressi della partenza in zona Montebelluna. Dotato di ampi spazi sia all'interno che esterno.

Splendido Ippo-Bicigrill nei pressi della partenza di Montebelluna

Non vi resta che,sfogliare la gallery sotto per farvi un idea del percorso e gonfiare le ruote delle vostre carrozzine ed andare a scoprire questo percorso, che è un ottimo esempio di riqualificazione, da prendere come esempio.

Note Tecniche: L’intero percorso è stato effettuato con sedia a rotelle Offcarr Quasar con agganciato ruotino elettrico Klaxon Klick (https://www.klaxon-klick.com/it/prodotto/klick-power/) , con batteria standard da Litio 48V x 11,6 Ah, 528 Wh. Le ruote della carrozzina sono ruote da mountain-bike 24”x1.75 di Offcarr che permettono un migliore assorbimento delle asperità

Arrivederci al prossimo itinerario per tutte le ruote.

Vuoi qualche informazione in più?
Contattami:

Michele Celebrin Cover

Greenway del Sile in Sedia a Rotelle

Da Treviso al Mare

01 Aug, 2021 Successivo